Acido muriatico per pulire il pavimento in cotto

L’acido muriatico è un composto chimico liquido il cui nome scientifico è acido cloridrico. Si tratta di un acido molto corrosivo il cui uso richiede una certa attenzione e va maneggiato con molta cura.

Acido muriatico e candeggina sono due prodotti molto apprezzati in casa per pulire superfici con incrostazioni, vasche da bagno, docce e sanitari. Acido muriatico per pulire wc, macchie di stucco o cemento e residui di calcare è un prodotto molto efficace. Lo si può acquistare in ogni supermercato o negozio di ferramenta in pratiche bottiglie di plastica. Va sempre diluito in acqua in rapporto di 1 parte di acido e 10 di acqua e va adoperato con estrema cautela.

Acido muriatico usi

Iniziamo col dire che l’acido cloridrico non va mai miscelato con la candeggina perché il mix dà origine al cloro, acido altamente tossico se inalato. Sono due prodotti acidi per cui è bene non utilizzarli insieme. A volte gli ambienti domestici particolarmente sporchi e con incrostazioni profonde vanno puliti con sostanze più efficaci dei soliti detergenti. L’acido per pavimenti è adatto allo scopo, l’acido muriatico in particolare. Serve a pulire la ceramica, il mattone o il cemento.

Si pulisce dapprima la superficie con dell’acqua tiepida per sgrassare bene e poi si versa la miscela di acqua e acido muriatico e si lascia sulla zona da trattare per 10 minuti. In seguito si passa una spazzola e si rimuovono le incrostazioni con facilità, poi si sciacqua abbondantemente con acqua. Bisogna rimuovere tutto l’acido muriatico affinchè il pavimento risulti completamente pulito.

Acido muriatico a cosa serve

L’acido cloridrico a cosa serve? Intanto è, come l’acido tamponato, ottimo per rimuovere fastidiose tracce persistenti di cemento e di stucco da molte superfici. E’ utile per ottenere una pulizia accurata e la massima igiene degli ambienti di casa in particolare dei sanitari.

Il suo alto potere disincrostante consente una pulizia rapida ma occorre prestare attenzione che l’acido non venga in contatto con le parti metalliche perché può corroderle. L’acido muriatico si utilizza anche per la pulizia dei pavimenti. Pulire il cotto con soluzioni acide può essere un trattamento utile da fare anche se bisogna fare molta attenzione.

Come pulire pavimento in cotto

Se avevi pensato di rimuovere la muffa con candeggina o ammoniaca non c’è nulla di più sbagliato. Pulire il cotto è un’operazione semplice ma anche delicata, che richiede l’uso di prodotti specifici ma non troppo invasivi. La pulizia del cotto necessita un preciso trattamento antimacchia che lo preserva in futuro da segni e tracce profondi. Come pulire il pavimento in cotto o come pulire il cotto esterno è piuttosto semplice.

Il cotto è poroso e tende ad assorbire con facilità le macchie e le muffe che poi penetrano in profondità. Per questo è efficace un trattamento antimacchia che ridona splendore alle vecchie piastrelle. Pulire il cotto esterno o interno con acido muriatico è altamente pericoloso anche in presenza di macchie di grasso o di unto. Tutti gli sgrassanti troppo aggressivi e la pulizia a vapore sono dannosi per il pavimento. Ottimi l’olio di lino crudo e la cera d’api se il pavimento è in buono stato di conservazione. Ricordiamo che troppi strati di cera alterano però la superficie della piastrella e poi si fatica a rimuoverli.

Ma come pulire il cotto in presenza di quelle antiestetiche macchie bianche chiamate vaiolo del cotto? Per prima cosa si deve eliminare il trattamento precedente, togliendo la cera con un prodotto acido. Si lava il pavimento per rendere sana e sgrassata la sua superficie. Si procede poi a ricreare il film protettivo con un prodotto antimacchia impermeabilizzante, un prodotto protettivo e della cera liquida. Nel caso di macchie di unto o di uno strato di muffa si può pulire con un detergente anti alghe apposito.

Acido muriatico prezzi

L’acido cloridrico è molto economico in rapporto all’ottimo uso che se ne può fare e alla rapidità d’azione che garantisce. Si trova nei grandi magazzini e nei negozi specializzati per pochi euro e lo si può impiegare come abbiamo visto per pulire diverse superfici.

Bisogna ricordare sempre che si tratta di un prodotto tossico che può comportare gravi rischi per la salute se non utilizzato con le dovute accortezze. Il suo alto potere corrosivo può essere nocivo all’uomo: se inalato o a contatto con la pelle e gli occhi è molto pericoloso. Per questi motivi è utile, prima di utilizzarlo, coprire bene ogni parte del corpo, occhi compresi e non respirare per troppo tempo il prodotto.