Come eliminare i cattivi odori della lavatrice

La vostra lavatrice puzza? Non c’è niente di cui stupirsi: può capitare spesso, soprattutto se non avete usato una corretta manutenzione. L’importante è – anche in questo caso – non disperarsi: meglio cercare di correre ai pronti ripari, nella consapevolezza che spesso una lavatrice maleodorante andrà a ripercuotere le proprie caratteristiche sgradevoli anche sulla profumazione dei vestiti, che magari non vi garantiranno più quel bel profumo di pulito, ma un odore di “chiuso”, di “muffa” o più genericamente di sporco.

Come pulire la lavatrice

Generalmente per poter rimuovere gli odori sporchi dalla lavatrice può essere sufficiente compiere un lavaggio a vuoto, usando dell’aceto al posto del normale detersivo. Impostate al massimo la temperatura, favorendo così l’eliminazione dei batteri che – invece – potrebbero superare le temperature più basse.

Il rimedio non è tuttavia valido se avete una lavatrice di recente generazione, in grado di intercettare il fatto che il cestello è vuoto: in questo caso, infatti, la funzionalità di risparmio idrico della lavatrice non permetterà il caricamento dell’acqua nel cestello. Dovrete dunque procedere voi a tale operazione durante il lavaggio a vuoto.

Come igienizzare la lavatrice

Chiarito quanto sopra, potrebbe valer la pena cercare di igienizzare la lavatrice andando a pulire la striscia di gomma tra l’oblò e la bocca del cestello e le guarnizioni: sono proprio questi i punti dove la formazione della muffa è più probabile!

Tra gli altri accessori che dovreste essere in grado di pulire e di igienizzare, ricordiamo sicuramente la vaschetta del sapone: il detersivo può infatti favorire la formazione di incrostazioni e di residui indesiderati, nel filtro e nello scompartimento. Anche in questo caso, sarà sufficiente versare un bicchiere di aceto. Passate poi a pulire l’oblò e il cestello con dell’acqua tiepida, così come i filtri di carico e di scarico.

5 consigli per evitare che la lavatrice sprigioni cattivi odori

Chiariti gli aspetti di cui sopra, possiamo brevemente passare nel comprendere quali sono alcuni dei consigli più utili da parte di coloro che desiderano dire basta ai cattivi odori in lavatrice.

Di seguito ne abbiamo individuato 5 tra i più importanti, nella speranza che possano esservi utili per poter arrivare al risultato sperato:

1) dopo il ciclo di lavaggio non chiudete mai lo sportello, poiché in questo modo non riuscirete a farlo asciugare naturalmente con l’aria esterna; meglio invece lasciarlo aperto almeno parzialmente, fino a quando il vano interno non sarà completamente asciutto;

2) usare la giusta quantità di detersivo durante i lavaggi: evitate cioè di usare troppo detersivo, che favorirebbe degli accumuli che, a loro volta, potrebbero favorire la produzione di muffe e sporcizia;

3) non sottovalutare la manutenzione periodica della lavatrice, avendo cura di utilizzare prodotti specificatamente realizzati per questo scopo;

4) controllate i filtri e il tubo di alimentazione dell’acqua, dove spesso possono sorgere i principali problemi di pulizia della vostra lavatrice;

5) nell’ipotesi in cui dobbiate fronteggiare problemi di calcare, cercate di preferire l’utilizzo dell’aceto di mele, che scioglierà il calcare senza aggredire però i componenti della lavatrice.