Come scegliere il lavabo da mettere in bagno

Il lavabo è uno degli elementi principali all’interno di un’abitazione, e più precisamente di un bagno. Se state ristrutturando/arredando casa, o semplicemente dovete sostituire un vecchio lavabo con uno nuovo, sappiate che per scegliere quello giusto è opportuno considerare svariati fattori come scrive https://www.shopbagno.it/ dalle pagine del suo sito.

Innanzitutto, quanto spesso sarà usato, se dunque deve essere collocato in un appartamento saltuariamente abitato o meno, e da quante persone sarà usato. Considerate anche la sua forma, quella che meglio si adatta allo stile del bagno, optando per soluzioni più classiche o più moderne in base alle vostre preferenze. E infine, il tipo di bagno in cui sarà installato: può trattarsi infatti anche di un bagno di servizio o a uso lavanderia, non soltanto di un’abitazione.

In questo articolo vediamo insieme come scegliere il lavabo giusto, elencando le tipologie solitamente disponibili in commercio.

Le tipologie di lavabo in commercio

Esistono diverse tipologie di lavabo sul mercato, per soddisfare le esigenze e i gusti di tutti. Eccole nel dettaglio.

Lavabo da appoggio

È un mix di modernità e comodità, trattandosi di un tipo di lavabo molto sfruttabile e facilissimo da installare. Possiamo trovarlo di forma tondeggiante (come i lavabi classici di un tempo) oppure rettangolare.

Lavabo free-standing

Di forma verticale, questa tipologia di lavabo a colonna è molto utile poiché oltre a sostenere la parte superiore (il lavabo appunto) copre anche il sifone, risultando efficace in termini di design. Ne esistono diverse varianti.

Lavabo a incasso

Viene installato nella parte superiore del mobile, rappresentando una via di mezzo tra classico e moderno. Disponibile in tanti colori per adattarlo al meglio alla vostra zona bagno.

Lavabo sospeso

Va installato alla parete, senza dunque la necessita di un supporto, che sia un mobile o una colonna. Per questo non occupa molto spazio e risulta comodo e funzionale.

La scelta del materiale

Dopo aver stabilito la tipologia di lavabo che più preferite, è opportuno valutare i materiali da impiegare, fermo restando che determinati lavabi possono essere realizzati solo con materiali ben precisi e in quel caso non avete scelta.

In linea di massima, anche i materiali vanno selezionati seguendo lo stile del vostro bagno, o quello che intendete conferirgli. Qui di seguito elenchiamo quelli maggiormente usati:

  • Ceramica

Resistente e durevole: per chi è alla ricerca di queste due qualità, a un prezzo accessibile, la ceramica è la scelta migliore. L’unica pecca è la poca variabilità di forme, colori e dimensioni.

  • Resina

Perfetta per conferire al vostro bagno un aspetto più moderno, grazie anche alla vasta gamma di forme e dimensioni che è possibile ricavare. Resistente ma purtroppo sensibile all’acetone.

  • Pietra

Adatta a chi sta cercando uno stile particolare, originale e per questo affascinante, trattandosi di un materiale del tutto naturale.

  • Vetro temperato

Molto elegante e semplice al tempo stesso, perfetto per realizzare lavabi in tantissimi colori, per uno stile più che moderno.

  • Mineralmarmo

Una scelta più moderna rispetto alla ceramica, innovativa, facile da pulire e resistente.