Come scegliere la rubinetteria del bagno e in cucina

A molti potrebbe sembrare qualcosa di poco conto, un dettaglio di cui nessuno si accorgerebbe mai. Eppure anche la rubinetteria ha un suo peso nel completare delle scelte di arredamento e nel dare un tocco creativo alla casa o agli ambienti in cui si vive e si lavora. Ecco come sceglierla.

Il bagno

Uno degli ambienti in cui la rubinetteria, checché se ne possa dire, la farà da padrona sarà il bagno. Proprio qui la prima scelta da compiere è se prevedere il miscelatore a doppia uscita o con termostato. Basatevi sulle vostre esperienze, ma non trascurate mai i suggerimenti degli addetti ai lavori.

Una volta deciso se orientarsi su un oggetto da appoggio o incassato, è il momento di lasciar da parte l’aspetto più tecnico della vostra scelta per dare finalmente libero sfogo all’estro creativo che vi contraddistingue: è giunto il momento di scegliere e combinare elementi pensati per dare un tocco di personalità al bagno e alla casa.

Lavandino retrò

Senza perdere di vista la praticità  e, altro elemento importantissimo, l’ergonomia della rubinetteria, vagliate le varie soluzioni proposte dal mercato: l’acciaio inossidabile  cromato o satinato (indistruttibile e facile da tenere sempre pulito)? Oppure l’ottone (perfetto per gli ambienti classici)? E perché chiudere le porte in faccia al nuovo che avanza (al giorno d’oggi esistono dei modelli di rubinetti colorati e con forme stravaganti perfette per i più creativi o per alcune attività commerciali)? Certo, se poi siete dei modaioli incalliti orientatevi direttamente su scelte da resort di alto livello: molti prodotti, pensati proprio per persone chic ed esuberanti come voi, hanno degli inserti in materiali preziosi che daranno un tocco unico al vostro bagno!

L’importante è che, quale che sia il vostro stile, non combiniate mai oggetti appartenenti a collezioni diverse: persino il soffione della doccia dovrà abbinarsi alla rubinetteria di bidet, vasca da bagno e lavabo, tenetelo sempre ben a mente!

La cucina

Anche la rubinetteria da cucina deve rispondere a determinate esigenze. Essa, solitamente, viene usata con una certa frequenza e sottoposta al trattamento costante con detersivi e sostanze particolarmente aggressive utilizzate per pulire e lucidare l’oggetto in questione.

Ci si orienti quindi su un prodotto resistente, pratico, facile da pulire e, ovviamente bello da vedersi ed in sintonia con lo stile della mobilia.

Rubinetto cucina

Per il resto sappiate che valgono un  po’ le stesse considerazioni fatte in merito ai rubinetti da bagno: gusto, materiali e forme possono variare moltissimo e rendere la vostra cucina un ambiente da sogno o… da incubo.

Dove acquistare la rubinetteria?

Ovviamente è possibile recarsi in negozi specializzati o visitare dei siti dedicati. Nel primo caso, inutile dirlo, dovrete avere del tempo da mettere a disposizione di questa attività, soprattutto se siete dei perfezionisti.

Nel secondo invece vi basterà sfruttare una pausa pranzo in ufficio, un momento di relax in casa o il tragitto sulla metropolitana per navigare su portali come cmt-srl.it dove potrete acquistare la vostra rubinetteria sfogliando con calma il catalogo per gli utenti e scegliendo in tutta serenità il vostro nuovo rubinetto.