Se ti stai chiedendo come illuminare la casa stanza per stanza, le lampadine smart sono la soluzione migliore perché funzionano grazie alla connettività Bluetooth o Wifi e possono essere controllate a distanza con tablet o smartphone o con il controllo vocale.

Le migliori permettono anche il cambio del colore oltre che dell’intensità della luce prodotta. In commercio trovi modelli RGB che puoi illuminare con diversi colori, direttamente dall’app, e modelli con luce bianca.

Vantaggi delle lampadine smart

Ottima l’illuminazione degli ambienti con le smart light bulbs che, a differenza delle tradizionali lampadine, offrono la possibilità di essere controllate in autonomia da remoto.

Sul mercato trovi molti modelli diversi con svariate funzionalità. Una lampadina smart può infatti accendersi e spegnersi a seconda della nostra posizione o produrre una luce intermedia, media o massima in differenti colori.

Lampadine compatibili con Alexa

Sono moltissime le lampadine smart che si possono gestire con gli smart speaker Amazon Echo, Echo Show ed Echo Dot. Anche a distanza, grazie alla connessione wireless puoi controllarle con il telefono e se sono compatibili con Alexa (qui puoi scoprire quali sono) lo puoi fare semplicemente con il controllo vocale.

Come comandare una lampadina con Alexa

Alexa riconosce la voce e in base ai comandi prodotti si occupa di svolgere le funzioni richieste. In fase di configurazione occorre dare ai punti luce dei nomi, per fare in modo che ogni ambiente possa essere gestito dallo smart speaker in maniera indipendente.

Le luci di una stanza possono anche far parte di un gruppo, in modo da poterle accendere o spegnere insieme. Quando tutto è stato impostato dall’app Alexa si possono controllare le luci quando non si è in casa, direttamente dallo smartphone.

Lampadine compatibili con Google Home

Se utilizzi Google Home o Google Assistant devi sapere che in commercio esistono moltissime lampadine smart compatibili. Anche questi dispositivi rappresentano l’evoluzione della domotica e ti permettono di controllare i consumi energetici. Sono estremamente facili da configurare e particolarmente intuitive nell’uso.

Come comandare una lampadina con Google Home

Il funzionamento di una lampadina smart dipende sempre dalla connessione internet presente, che deve essere il più possibile stabile. L’installazione di una lampadina intelligente comandata con Google Home è semplice.

Dopo averla normalmente montata come le altre lampadine dovrai scaricare l’app dedicata ed in pochi attimi il sistema la riconoscerà. A questo punto potrai controllarla sia con lo smartphone che con la voce, ma potrai anche associarla ad una stanza, dandole un nome.

Come scegliere una lampadina smart

Vediamo adesso quali sono le caratteristiche principali da considerare se decidi di acquistare una lampadina smart.

Tipologie di attacco

Le lampadine smart, come quelle tradizionali, possono avere attacchi diversi. Le tipologie di attacco più comuni da utilizzare in casa sono in lampadine a vite, nello specifico quelle con attacco e14 ed e27. Si differenziano nella grandezza della vite, nel senso che il numero più grande corrisponde ad una vite più larga.

Poi ci sono le lampadine a blocco e quelle a bispina. Si utilizzano prevalentemente nei faretti come G4, G9, G10 e così via. In commercio si trovano anche altre tipologie di attacchi, meno comuni, come le R7S, le SMD e gli attacchi a Plug.

Temperatura del colore

Le lampadine cambiano anche a seconda della temperatura del colore e possono essere suddivise in tre differenti tonalità, bianco caldo, bianco naturale e bianco freddo. Il colore della luce va considerato in base ai propri gusti ma anche al colore dei muri e all’ampiezza dell’ambiente da illuminare.

La luce calda ha un valore di 2800 K, ha sfumature che tendono al rosa e al giallo ed è particolarmente intima. La luce bianca naturale è indicata da un valore di 4000 K ed assomiglia molto al bianco puro. Infine la luce fredda, che trasmette un’idea di calma e freschezza, si attesta su un valore di 6500 K e i suoi colori virano all’azzurro.

Potenza elettrica e luminosità

Le lampadine Smart solitamente funzionano a LED ed hanno il vantaggio di avere consumi molto ridotti rispetto alle classiche lampadine, che vanno dai 3 agli 11 W all’ora. Il tutto senza rinunciare alla luminosità, espressa in Lumen, quindi un bel risparmio economico.

Dovrai soltanto considerare la capacità luminosa di ognuna, perché pur consumando gli stessi Watt possono offrire luci più o meno forti. Su ogni prodotto sono riportati sia il consumo energetico che la potenza che assorbe la lampadina, ma puoi anche misurarne con un wattometro l’efficienza concreta.

Compatibilità con assistenti vocali

Un altro parametro da non trascurare è quello della compatibilità della lampadina con gli assistenti vocali. In base allo smart speaker che hai o che vuoi acquistare scegli le lampadine giuste. Per prima cosa controlla sulla confezione se il prodotto è compatibile con i vari assistenti vocali oppure guarda online con quali prodotti può interagire il tuo smart speaker.

Conclusione

Le lampadine smart sono uno dei prodotti domotici più acquisti ed utilizzati dagli utenti che vogliono rendere domotica la propria casa. Provandole non vorrai più rinunciare alla comodità di poter gestire l’illuminazione con il solo uso della voce.