Serramenti per esterni: guida e consigli per la loro scelta

L’acquisto di serramenti per esterno potrebbe rivelarsi problematico. Sul mercato ormai ci sono tanti di quei prodotti (multiante, scorrevoli, basculanti, trasparenti, satinati, in legno, in plastica, in alluminio, ecc.) che orientarsi inizia a diventare complicato anche per i più esperti.

I serramenti funzionali vanno bene, ma ricordatevi sempre che sono anche dei complementi d’arredo. Valutate quindi il materiale, il colore, il design e le finiture.

Vediamo allora di dare qui di seguito qualche suggerimento di massima che possa tornare utile in questi casi.

Serramenti garantiti

Una delle prime caratteristiche a cui dovrete badare è la presenza di una garanzia di qualità. Acquistare un prodotto che ne è privo può rivelarsi lì per lì una scelta volta al risparmio, ma sicuramente non si tratta di un investimento per il futuro. I serramenti non garantiti potrebbero avere infatti vita breve e la vostra spesa in pochissimo tempo raddoppiare o superare quella che avreste sostenuto acquistando articoli migliori.

Assicuratevi poi che i serramenti siano made in Italy e dotati di marchio CE. Tutto ciò vi garantirà, oltre che una buona qualità, l’occasione di ricevere la migliore assistenza possibile.

Serramenti luminosi

I serramenti, anche in relazione alla stanza in cui verranno installati, devono garantire il passaggio di un certo quantitativo di luce. E’ importante che l’illuminazione non sia scadente ma anche che non sia troppa, cosa che contribuirebbe a riscaldare eccessivamente gli ambienti.

Si scelgano serramenti più ampi nelle zone della cucina, del soggiorno e nella sala da pranzo, ma li si accompagni sempre con una vetrocamera il cui spessore oscilli tra i 12 ed i 18mm.

Serramenti e manutenzione

Ovviamente l’ideale è scegliere sempre un prodotto durevole nel tempo e che non abbia bisogno di molta manutenzione. Questo significa avvalersi di un articolo realizzato con materiali resistenti ad ogni tipo di sollecitazione, dotato di un buon sistema di apertura e chiusura e di ottime guarnizioni.

Resistenza alle intemperie

Chiaramente i serramenti stanno sempre a contatto con gli agenti atmosferici di ogni ordine e grado. E’ per questo che devono essere in grado di resistere ad ogni tipo di intemperie e di garantire un buon livello di isolamento termico degli ambienti. Tutto ciò si tradurrà per voi in un certo risparmio energetico.

Prestate quindi attenzione in particolare all’isolamento a tenuta d’aria, alla resistenza al vento alla tenuta alle infiltrazioni d’acqua ed al grado di isolamento termico.

Serramenti ed isolamento termico

I serramenti dovranno proteggervi dal freddo e dal caldo ed evitare anche le dispersioni di calore e, conseguentemente gli sprechi energetici.

Un prodotto rispondente a queste caratteristiche, che tra l’altro si può acquistare godendo di detrazioni fiscali di una certa rilevanza, deve disporre di ottime guarnizioni. Inoltre, come scritto sul sito www.falegnamerialot.itper poter essere considerati isolanti, devono possedere un coefficiente di trasmittanza termica (Uw) pari a 2,0 W/mq K], così da poter essere utilizzati in tutte le zone climatiche, nel rispetto del D. lgs. 311/2006.“.

Serramenti ed isolamento acustico

Per garantirvi tutta la serenità che ci si aspetterebbe di trovare in casa, scegliete anche in questo caso un prodotto corredato da vetrocamera, con un buon numero di guarnizioni, giunti ben piazzati e certificazione apposita.

Il vostro infisso, per meglio orientarvi, apparterrà alla classe 3 o 4.

Serramenti e ventilazione

Una buona ventilazione rende l’ambiente confortevole e migliora la qualità dell’atmosfera presente in casa.

Ventilare l’ambiente significa garantirsi il giusto ricambio d’aria, l’eliminazione dell’anidride carbonica, evitare la persistenza di odori sgraditi e ridurre i livelli di umidità (e quindi prevenire condensa e muffa).

Sicurezza e serramenti

Ricordate sempre che eventuali ladri passano perlopiù dalle finestre perciò meglio applicare delle inferriate di sicurezza. Scegliete prodotti dotati di meccanismi antieffrazione e dispositivi di protezione. Certo, i malviventi potrebbero comunque forzare i serramenti, ma fargli perdere del tempo o rendergli la vita un po’ più complicata potrebbe di per sé rappresentare una difesa o un deterrente. I livelli di sicurezza vanno dallo standard all’impiego di vetri antisfondamento.